01log
qwe

​CONTATTI

MENU

Via Alessandro Manzoni, 216 41056 Savignano sul Panaro (MO)

Email : info@studentevincente.com

Tel : 339 28 22 359

Copyright 2019 © STUDENTE VINCENTE

All Right Reserved.

Ultimo aggiornamento 24 settembre 2020

I pensieri "camperanti"

2020-02-26 09:57

Fabio Preti

Istruzione, Educazione, Formazione,

I pensieri "camperanti"

Ci sono pensieri che accompagnano le fasi della nostra esistenza, pensieri che determinano il nostro umore, la nostra motivazione, la nostra forza cre

     Ci sono pensieri che accompagnano le fasi della nostra esistenza, pensieri che determinano il nostro umore, la nostra motivazione, la nostra forza creativa ed il nostro stato di salute.

 

     Questi pensieri, quando arrivano, "camperano" nella nostra mente e giorno dopo giorno ne prendono possesso, costruendovi itinerari obbligati dai panorami contraffatti e falsati che raccontano sempre la stessa realtà dove ogni attimo, ogni situazione, viene percepita come l'unica possibile, l'unica permessa dalle convinzioni che si sono impossessate della nostra mente.

 

     Mi riferisco allo studente che crede di fallire nello studio, o a quello che pensa che studiare "storia" non serve a nulla, a quello che pensa che il proprio insegnante non sia all'altezza o che a scuola bisogna andarci perché è obbligatorio o perché, al termine, permette di trovare un lavoro.

 

     Un oceano di sofferenza, di immobilità, di silenzio, di rifiuti e di violenza. Ma soprattutto un enorme spreco! Tempo perso, energie sprecate, denaro buttato al vento, intelligenze imbambolate dalla dipendenza alla spazzatura tecnologica, dal nulla.

 

     Anni di menzogne e di "incantesimi" hanno convinto lo studente che imparare è faticoso, noioso e a volte inutile. Perché? Per addomesticarci, renderci ubbidienti e accondiscendenti, pronti a dire di sì e ad obbedire a chi urla più forte.

 

     La verità? Ognuno di noi ha la sua naturale e geniale capacità di imparare, che consente di apprendere competenze, sviluppare talenti, soddisfare desideri e realizzare sogni.

 

     La più grande delle rivoluzioni avverrà quando impareremo a dire di no, ad usare la naturale e geniale capacità di imparare, a preoccuparci di sviluppare il pensiero critico e creativo. Quando ognuno di noi si prenderà la responsabilità di essere il protagonista assoluto della propria formazione.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder